III° Edizione dal 25 al 28 agosto 2021

Mountain Future Festival Logo

Mountain Future Festival è l’evento dedicato al futuro della montagna: un laboratorio di idee per riflettere, confrontarsi, per fermarsi un attimo e apprezzare la ricchezza e la bellezza delle alte quote. Luoghi, questi, dalla bellezza infinita, ma allo stesso tempo dagli ecosistemi delicati; territori antropizzati, dove l’uomo è chiamato a delineare il proprio futuro nel rispetto della natura di cui fa parte. In questo senso Mountain Future Festival rappresenta una finestra sul futuro della montagna, dalla quale, attraverso la partecipazione di ospiti, esperti, artisti nazionali e internazionali, film, spettacoli e attività in mezzo alla natura, si guarda alle cose positive realizzate fino oggi, per individuare quelle da intraprendere nei prossimi anni, alla luce dei cambiamenti climatici e di una sempre più convinta e necessaria visione di vita legata alla sostenibilità.

gmail icon info@mountainfuturefestival.it     mobile icon+39 0461 585836

IL FESTIVAL È ALL’INSEGNA DELLA SICUREZZA PER IL COVID-19.

Approfondisci tutte le regole.

il programma del festival

Mercoledì 25/08

Gli animali che ci parlano
Una passeggiata nel bosco con lo zoologo Andrea Mustoni per conoscere i segreti della fauna selvatica

| 10.00 |   Pian dei Sarnacli – Andalolocation icon

Gli animali selvatici con le loro caratteristiche fisiche ci “parlano”, svelandoci diversi aspetti della loro vita, le loro abitudini, diurne e notturne, le loro paure e, forse, il loro sogni. Passeggiando nel bosco, lo zoologo Andrea Mustoni, responsabile della Ricerca scientifica del PNAB, uno dei massimi esperti internazionali di orso bruno e stambecchi, ci farà conoscere, attraverso i loro corpi, numerose curiosità e segreti degli animali delle nostre montagne.

“Che ci faccio qui. La cura dei luoghi e delle persone” con il giornalista, scrittore, regista e sceneggiatore Domenico Iannacone

| 17.00 |   Area Verde Andalo Lifelocation icon

Il celebre giornalista, conduttore su Rai3 delle serie “I dieci comandamenti” e “Che ci faccio qui”, racconterà con le parole e le immagini, prendendo spunto dalle sue famose inchieste televisive, il rapporto dell’uomo con l’ambiente. Un rapporto sempre più problematico, ma talvolta virtuoso, con “visionari”, uomini e donne che andando anche contro corrente portano alla luce la bellezza di persone e luoghi nascosti, costituendo per gli altri un esempio da seguire.

Giovedì 26/08

“Il segreto di Milla”, presentazione del libro illustrato dagli autori Alberto Benchimol e Colomba Mazza, con i disegni di Davide Baldoni

| 10:00 |  Area Verde Andalo Life location icon

All’evento saranno presenti diversi atleti disabili, testimonial di Milla, una bambina vivacissima con una gamba con una protesi, che la stessa Milla chiama “gamba robot”.

 Libro realizzato dal Centro Studi Erickson in collaborazione con Montura Editing. Logo Montura Mountain Future festival

La mobilità del futuro con il direttore di “Quattroruote” Gian Luca Pellegrini

| 17:00 |   Area Verde Andalo Life location icon

Come cambierà nei prossimi anni la mobilità? La fase di transizione delle mobilità delle quattroruote dove ci porterà?

La transizione ecologica e la montagna con Luca Mercalli.

| 21:15 |   Fun Park – Fai della Paganellalocation icon

La transizione ecologica, costituisce uno degli obiettivi prioritari del Governo Draghi, per il quale è stato istituito anche un Ministero ad hoc, uno dei più importanti. Ma che cos’è la transizione ecologica? Quali ambiti sociali ed economici coinvolge? Che ruolo può avere ognuno di noi per partecipare a questo processo finalizzato anche a ridurre il cosiddetto “debito ambientale”? E soprattutto, perché la transizione ecologica è particolarmente significativa in montagna? Il celebre climatologo e scrittore Luca Mercalli ci spiegherà la transizione ecologica, rispondendo a tutte queste domande e a quelle del pubblico.

Venerdì 27/08

Il Bosco Bioenergetico. Alla scoperta del “forest bathing” nel Parco del Respiro

| 10:00 |   Parco del Respiro – Fai della Paganellalocation icon

Una passeggiata con gli esperti nel “Parco del Respiro” di Fai della Paganella, per beneficiare degli effetti biologici derivanti dal contatto con gli alberi, attraverso il “bagno di foresta” o “forest bathing”. Un momento di relax nelle aree bioenergetiche del bosco per scoprire l’importanza del rapporto con la natura per la nostra salute.

Arrampicata ecosostenibile. L’esempio della “Falesia dimenticata”

| 17:00 |   Piazza della Chiesa – Molveno location icon

IL’arrampicata in falesia è una pratica sportiva in fortissima crescita che sta richiamando un numero sempre più alto di appassionati di tutte le età. Ma il successo di questa attività sportiva sta facendo nascere in molte falesie problemi di sovraffollamento in parete, di parcheggi, igienico-sanitari, con conseguenze di un forte impatto ambientale. Nella “Falesia dimenticata”, di San Lorenzo-Dorsino, si è sperimentata in questo senso un’innovativa soluzione all’insegna dell’eco-sostenibilità, che ha riscosso un notevole consenso e successo. Con Simone Elmi, Dolomiti Open, Apt Dolomiti Paganella, Andrea Mustoni, Pnab.

Cholitas: 7000 metri di libertà

| 21:15 |   Palacongressi – Andalo location icon

Una passeggiata con gli esperti nel “Parco del Respiro” di Fai della Paganella, per beneficiare degli effetti biologici derivanti dal contatto con gli alberi, attraverso il “bagno di foresta” o “forest bathing”. Un momento di relax nelle aree bioenergetiche del bosco per scoprire l’importanza del rapporto con la natura per la nostra salute.

Logo Trento Film Festival

Alla fine della serata sarà proiettato in collaborazione con il Trento Film festival il film Cholitas. 

Sabato 28/08

Prove di Arrampicata alla “Falesia dimenticata” con le guide di Dolomiti Open

| 10:00 |   Falesia Dimenticata –  San Lorenzo Dorsinolocation icon

“Il grande viaggio – Lungo le carovaniere della Via della Seta” di David Bellatalla

| 17:00 |   Area Verde Andalo Lifelocation icon

David Bellatalla, antropologo, docente all’Università di Ulan Bator (Mongolia), autore insieme a Stefano Rosati del libro Editing Montura, ci condurrà con foto, video e musiche di Ligabue e Luciano Bosi, alla scoperta degli straordinari aspetti culturali, artistici, storici e religiosi più significativi della Via della Seta, prezioso Patrimonio dell’Umanità.

70 anni con il Coro Campanil Bas

| 21:15 |   Piazza della Chiesa – Molvenolocation iconlogo future lab

Il Coro Campanil Bas festeggerà il 70° di fondazione con “Settant’anni di montagna e di storie dell’Altopiano della Paganella”.
Una serata straordinaria, durante la quale con i canti del Coro si rivivranno alcuni momenti di storia dell’Altopiano, per capire come eravamo, con le affascinanti immagini storiche della fototeca documentaria delle Biblioteche della Paganella e immaginare come saremo con un’anticipazione dei risultati dell’innovativo progetto “Dolomiti Paganella Future Lab”.

Gallery I° Edizione

Il contesto del Mountain Future Festival

L’idea di parlare una volta in più di montagna, viene dalla “necessità” di capire  come potrà delinearsi in futuro la vita dell’uomo, rispetto  al contesto attuale.

Il punto di partenza di MOUNTAIN FUTURE FESTIVAL è l’Altopiano della Paganella, che racchiude in sé un contesto ambientale e naturalistico di pregio nonché una storia alpinistica di assoluto rilievo legata alle Dolomiti di Brenta ed alla Paganella. Fin dalla seconda metà dell’Ottocento, importanti protagonisti internazionali hanno gettato il seme per lo sviluppo turistico locale.  

Il progetto vuole partire dall’esperienza di questo territorio che ha saputo interpretare lo sviluppo turistico in chiave moderna, bilanciando l’uso delle risorse naturali. In questo lembo di Trentino si concentrano elementi di grande pregio ambientale (Dolomiti di Brenta, riconosciute patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, il Parco Naturale Adamello Brenta, il lago di Molveno) che negli ultimi 100 anni hanno convissuto dialetticamente con lo sviluppo turistico, trovando nel tempo un buon equilibrio. Oggi questo territorio si interroga sul suo futuro, per trovare un equilibrio tra comunità, ambiente e turisti ancora più bilanciato.

Mountain Future Festival Mappa

Come raggiungere le location del festival?

Puoi arrivare in automobile, in treno, in autobus o in aereo, grazie alla posizione favorevole delle nostre località e alla vicinanza con le principali arterie che ci collegano alle maggiori città del Nord Italia e dell’Austria, alle stazioni e agli aeroporti.

IL FESTIVAL È ALL’INSEGNA DELLA SICUREZZA PER IL COVID-19.

  • Alcuni appuntamenti necessitano la prenotazione. La prenotazione è valida fino a 15 minuti prima dell’evento, dopodiché i posti verranno liberati.
  • Per gli eventi senza prenotazione l’organizzazione si riserva di chiudere l’area evento in caso di raggiungimento numero massimo di spettatori.
  • I partecipanti ai vari appuntamenti del Festival dovranno seguire attentamente le indicazioni dello staff presente.
  • Durante tutti gli appuntamenti del Festival, è obbligatorio l’uso della mascherina e del distanziamento fisico di almeno un metro se non si appartiene allo stesso nucleo famigliare.

I luoghi del Mountain Future Festival

I partner del Mountain Future Festival

Organizzato da

                                             Comunita Paganella Mountain Future Festival         dolomiti paganella logo Mountain Future Festival        Andalo Paganella Dolomiti Mountain Future Festival            Comune Andalo Mountain Future Festival

In collaborazione con

Logo Trento Film Festival Mountain Future Festival

Supported by

                                                                              Logo molveno holiday

Partner istituzionali

                                                 Logo TSM mountain future festival      Logo FuoriCentro future festival mountain         Logo Parco Naturale adamello brenta

Partner tecnico

Logo Montura