IL FESTIVAL SUL FUTURO DELLA MONTAGNA

MOUNTAIN
FUTURE
FESTIVAL

Il festival sul futuro della montagna
Mountain future festival - 2024
Il festival sul futuro della montagna
Mountain future festival - 2024
Festival della montagna - Mountain Future Festival

Un laboratorio di idee per riflettere, confrontarsi, per fermarsi un attimo e apprezzare la ricchezza e la bellezza delle alte quote.

Mountain Future Festival rappresenta una finestra sul futuro della montagna, dalla quale, attraverso la partecipazione di ospiti, esperti, artisti nazionali e internazionali, film, spettacoli e attività in mezzo alla natura, si guarda alle cose positive realizzate fino oggi, per individuare quelle da intraprendere nei prossimi anni, alla luce dei cambiamenti climatici e di una sempre più convinta e necessaria visione di vita legata alla sostenibilità.

Logo Mountain Future Festival
Edizione 2024

IL PROGRAMMA

Luglio

LE MONTAGNE DI MALIKA
25 luglio
Malika Ayane
Conduce Enzo Passaro

Malika Ayane, tra parole e musica, regalandoci alcuni dei suoi più celebri successi, racconta il suo rapporto con le montagne e la grande città. Un rapporto che ci invita a riflettere sulla nostra essena ed esistenza, ma anche sulle nostre fragilità.
Conduce Enzo Passaro.

*in caso di maltempo ore 21.00 Palacongressi, Andalo

LE DOLOMITI A TEATRO IN PIAZZA con Maura Pettorruso
26 luglio
Brenta Open

Spettacolo teatrale scritto e diretto da Maura Pettorruso con Maria Vittoria Barrella e Stefano Pietro Detassis

Brenta Open 10° , il racconto attraverso il teatro dalle Dolomiti Unesco.
Lo spettacolo teatrale più inclusivo di tutte le Dolomiti per celebrare il decennale di Brenta Open, la storia di pochi diventa la conquista di molti.
Il protagonista è l’individuo e la sua volontà con la quale è in grado di rendere accessibili luoghi naturali dove le barriere, nell’immaginario insormontabili, portano a soluzioni innovative e inaspettate.

Video Roberto Gallina e Gael Delpero
Produzione PequodCompagnia
Realizzato in collaborazione con Ecomuseo della Judicaria

L'AVVENTURA PIU' BELLA.
CON ELEONORA DELNEVO E I SUOI AMICI
27 luglio
Eleonora Delnevo
Conduce Rosario Fichera

Lola, alpinista ed esploratrice in handbike, racconta le sue straordinarie avventure in montagna, dalle Alpi, alla Yosemite Valley, alla Patagonia, fino ai fiumi del Canada più selvaggio percorsi a bordo di una canoa.
Socia onoraria del mitico Gruppo alpinistico “Ragni di Lecco”, nel 2015 Lola rimane vittima di un incidente su una cascata di ghiaccio che la lascia paralizzata dalla vita in giù, ma che non le fa perdere il desiderio di continuare ad esplorare il mondo e la natura. Passioni che condivide soprattutto con gli amici, con i quali si vive, ripete spesso, «l’avventura più bella».

I SOGNI, I VIAGGI, LE IMPRESE DI TAMARA LUNGER
2 agosto
Tamara Lunger
Conduce Maria Concetta Mattei

La celebre alpinista Tamara Lunger, intervistata dalla giornalista e conduttrice Maria Concetta Mattei, racconta i suoi sogni da bambina e le imprese eccezionali compiute sulle più alte vette del mondo, la ricerca di un rapporto intimo con la natura e quella sensazione di libertà sulle ali del parapendio…fino alle ultime conquiste: maggiore consapevolezza, un nuovo equilibrio interiore e l’uomo giusto!

ARRAMPICANDO TRA LE STELLE
7 agosto

Una straordinaria serata tra le stelle con Matteo Maturi, professore di cosmologia, astrofisica e relatività all’Università di Heidelberg. Per osservare insieme il cosmo al telescopio da un luogo di montagna unico nel suo genere come la “Falesia Dimenticata” di San Lorenzo Dorsino.
In collaborazione con Dolomiti Open
Info: 0461734040

LE DOLOMITI A TEATRO IN PIAZZA
14 agosto
Brenta Open

Spettacolo teatrale scritto e diretto da Maura Pettorruso con Maria Vittoria Barrella e Stefano Pietro Detassis

Brenta Open 10° , il racconto attraverso il teatro dalle Dolomiti Unesco.
Lo spettacolo teatrale più inclusivo di tutte le Dolomiti per celebrare il decennale di Brenta Open, la storia di pochi diventa la conquista di molti. Il protagonista è l’individuo e la sua volontà con la quale è in grado di rendere accessibili luoghi naturali dove le barriere, nell’immaginario insormontabili, portano a soluzioni innovative e inaspettate.

Video Roberto Gallina e Gael Delpero
Produzione PequodCompagnia
Realizzato in collaborazione con Ecomuseo della Judicaria

NELL'OCCHIO DEL CICLONE
24 agosto
Alex Bellini
Conduce Paola Pancher

Con il celebre esploratore Alex Bellini faremo uno straordinario viaggio “nell’occhio del ciclone” della crisi climatica, quella strana zona di calma apparente (tipica del centro di un ciclone tropicale) rappresentata da chi nel mondo fa ancora poco o nulla di fronte all’accelerazione dei cambiamenti climatici e delle nostre vite. Un viaggio che comincia dentro noi stessi per vincere la paura della trasformazione.

IL RITORNO DI UNA GOCCIA D'ACQUA
25 agosto
Yanez Borella
Conduce Rosario Fichera

In ritorno dal suo recente viaggio di oltre 10.000 km attraverso 10 Paesi, compiuto in piena autonomia in bicicletta dal Trentino alla catena montuosa del Karacorum, in Pakistan, l’esploratore di Fai della Paganella Yanez Borella ci racconta in anteprima la sua straordinaria avventura per documentare il destino delle principali coltri ghiacciate del pianeta Terra a causa della crisi climatica. Un’avventura nata per seguire il lungo viaggio e immaginare il futuro di una goccia d’acqua che, dalle cime delle montagne, arriva fino alle nostre case.

DALLE DOLOMITI ALL'ETNA - In cammino per l'inclusione e la sostenibilità
29 agosto
Rosario Fichera

Un lungo cammino a piedi di oltre 2.000 km attraverso l’Italia, per unire simbolicamente i due beni naturali Patrimonio Mondiale UNESCO che si trovano a nord e a sud d’Italia: le Dolomiti e il Monte Etna. Un viaggio di tre mesi, organizzato per il decennale di “Brenta Open”, nato in occasione del decennale di Brenta Open, per richiamare l’attenzione sull’inclusione e la sostenibilità e al quale si possono unire tutti coloro che condividono questi valori, attraversando a piedi e anche in bicicletta e in handbike, diversi siti Patrimonio Mondiale UNESCO. Percorri insieme ai protagonisti la parte iniziale della prima tappa, da Fai della Paganella a Zambana, con ritrovo il 29 agosto, alle 9:30, in Piazza Italia Unita a Fai della Paganella (prenotazione presso gli Uffici dell’Apt Dolomiti Paganella e il Consorzio Fai Vacanze).
www.dolomiti-open.org/cammino

FESTIVAL ORME
6 - 15

settembre

Un festival che si svolge interamente sui sentieri, un evento che vive nei boschi di Fai della Paganella e unisce le passioni più varie con il piacere di camminare nella natura.
Concerti, attività per bambini, trekking con i cani, approfondimenti, incontri, sapori, tradizioni locali: a Orme tutto avviene nel cuore della Natura.
https://www.festivalorme.it/

Festival dell'Arrampicata Inclusiva
5 - 6

ottobre

Valorizzare lo sport e le buone pratiche che hanno dato forma e fatto nascere progetti, idee e comunità di intenti intorno alla Falesia Dimenticata.
www.dolomiti-open.org/

Foliage, immersi nei colori dell’autunno
19 ottobre

2 novembre

Il Parco del Respiro è un luogo ideale per il foliage: una tavolozza di colori nei boschi di faggio, luogo di straordinaria bellezza con caratteristiche ideali e uniche per provare il Forest Bathing, una pratica per il benessere psicofisico della persona. Un fine settimana per vivere sui sentieri le emozioni della natura. Musica, spettacoli e immersioni sensoriali nel bosco, per il benessere della persona.
https://www.parcodelrespiro.it/

Come raggiungere le location del festival?

Puoi arrivare in automobile, in treno, in autobus o in aereo, grazie alla posizione favorevole delle nostre località e alla vicinanza con le principali arterie che ci collegano alle maggiori città del Nord Italia e dell’Austria, alle stazioni e agli aeroporti.

IL CONTESTO DEL MOUNTAIN FUTURE FESTIVAL

L’idea di parlare di montagna nasce dalla necessità di comprendere il futuro della vita umana rispetto al contesto attuale. 
Il Mountain Future Festival parte dall’Altopiano della Paganella, ricco di risorse ambientali e con una storia alpinistica significativa legata alle Dolomiti di Brenta e alla Paganella. Sin dal XIX secolo, importanti figure internazionali hanno promosso lo sviluppo turistico locale.

Il progetto si basa sull’esperienza di questo territorio, che ha saputo bilanciare lo sviluppo turistico con l’uso delle risorse naturali. Ora, il territorio riflette sul suo futuro per trovare un equilibrio tra comunità, ambiente e turismo ancora più bilanciato.

Organizzato da
Supported by